Capocollo Calabrese Artigianale Dolce 1,2 kg

Il Capocollo calabrese dolce è uno dei salumi tipici della tradizione calabrese, preparato ancora secondo l'antica ricetta che ne conserva e ne esalta tutto il profumo e tutto il gusto e che lo rendono inoltre un salume davvero unico nel suo genere.

Ideale per creare un aperitivo sfizioso oppure per ideare un antipasto ricco di sapore e di colore, che stupirà tutti i vostri ospiti a tavola.

€ 35.99

20 pezzi Disponibile

0366

Valutazione

Capocollo fatto in casa procedimento

Se volete conoscere il capocollo fatto in casa procedimento sappiate che siete arrivati nel posto giusto perché noi saremo in grado di fornirvi una ricetta tanto facile quanto semplice da realizzare, che sarà in grado di restituirvi un salume davvero speciale e delizioso a tutti gli effetti.

Vi occorrono principalmente due chilogrammi di capocollo di suino come taglio di carne da reperire presso il vostro macellaio di fiducia, circa tre chilogrammi di sale fino, spezie a vostro gusto e piacere (solitamente suggeriamo pepe nero in grani, rosmarino, timo e maggiorana), 200 grammi di pepe nero in polvere, possiamo anche aggiungere del peperoncino piccante o dolce in polvere (da scegliere in base al vostro gusto personale e in base al prodotto finale che volete ottenere), un foglio vegetale, della carta gialla e dello spago alimentare. 

Ora possiamo passare direttamente al capocollo fatto in casa procedimento e come prima operazione poniamo il sale in una ciotola, uniamoci le spezie tritate finemente e mescoliamo bene. Contemporaneamente, in un grosso recipiente che conterrà il capocollo, inseriamo una base che tenga la carne leggermente più rialzata, così nel caso si dovesse formare dell'acqua non toccherà il nostro capocollo. 

A questo punto, inseriamo la carne e ricopriamola completamente con il sale e con le spezie e lasciamola ricoperta per circa una settimana, possibilmente in un posto molto asciutto e fresco e potrete osservare il sale che si indurirà quasi totalmente. 

Chiaramente, il nostro taglio di carne così com'è non possiede mica la forma del classico capocollo e allora, poiché risulta molto morbido, occorre modellarlo con le mani e dargli una forma tonda. Successivamente possiamo riporlo sul sale girato di 45° rispetto a prima e ricoprirlo nuovamente con il suo sale e così lo lasciamo per circa un paio di giorni. 

Ora, siamo pronti a lavarlo per bene e ad eliminare ogni traccia di sale, poi lo asciughiamo benissimo con un canovaccio pulito e lo poggiamolo sulla carta da forno. A questo punto, cospargiamo completamente con il pepe nero in polvere, schiacciando bene con le mani per far aderire al meglio tutto il pepe nero. 

A questo punto, possiamo legare il nostro capocollo e possiamo avvolgerlo nella carta vegetale e possiamo lasciarlo tranquillamente stagionare, in un luogo fresco e asciutto e per un tempo che varia anche in base alla grandezza del pezzo di carne.

Come si conserva il capocollo

Il Capocollo di Calabria è un salume dalla forma allungata e cilindrica, ottenuto dalla lavorazione delle carni della parte superiore del lombo dei suini, sottoposto prima ad una fase di salatura e di speziatura, avvolto in pellicola naturale, legato a mano con spago naturale e lasciato stagionare in un luogo fresco e asciutto. 

Questo salume, presenta alla vista, un colore rosato o rosso più o meno intenso, per la presenza di pepe nero o peperoncino rosso macinato dolce o piccante, a seconda del gusto. Al taglio della fetta, si presenta di colore rosso vivo, con striature di grasso proprie del lombo suino e il sapore è piuttosto delicato e si affina con la maturazione e presenta inoltre un profumo molto intenso e avvolgente. 

In molti si chiedono come si conserva il capocollo, diciamo pure che se correttamente stagionato e conservato esso può essere mangiato anche a distanza di tempo dopo il suo acquisto o la sua lavorazione. Il Capocollo di Calabria viene tradizionalmente conservato appeso al soffitto in ambienti freschi ed asciutti, dove può mantenersi per circa dodici mesi, portando a termine il suo processo di stagionatura. Tuttavia, può anche essere confezionato sottovuoto o in atmosfera modificata. Una volta affettato, il Capocollo di Calabria si può conservare in frigorifero, ma per un arco di tempo nettamente inferiore, ecco quindi come si conserva il capocollo

Ripetiamo quindi: si mantiene perfettamente, per circa un anno, in luoghi freschi e asciutti, dove viene tradizionalmente appeso al soffitto per completare il processo di stagionatura. In alternativa, una conservazione soddisfacente è quella sottovuoto, al fine di mantenere intatte le caratteristiche organolettiche e poi se già cominciato, si può mettere in frigorifero, dove si mantiene per un periodo di tempo più breve.

Grazie al suo gusto intenso e delicato nello stesso tempo, il capocollo è esaltato dall'abbinamento con vini rossi ben strutturati ed è tipicamente consumato come antipasto o come salume per farcire panini, pizze, focacce, torte salate o altri prodotti da forno, eppure il tradizionale pane locale a lievitazione naturale, cotto nel forno a legna e ottenuto da lievito madre, è certamente il suo più eccellente connubio.

Nessun allegato presente

Ingredienti: Suino, Peperoncino dolce, Sale, Pepe nero, Aromi: Detrosio, Saccarosio, Antiossidanti: E300.Conservanti: E250, E252
Peso: 1,2 kg
Peso 0
Unità di misura
Lunghezza (cm) 0
Larghezza (cm) 0
Altezza (cm) 0
Volume unitario (cm3) 0
Rating
Andrea 25-09-2018 11:26:49

Perfetto

Buonissimo...arrivato perfettamente sottovuoto.rapporto qualità prezzo eccellente Una delizia che mi sento di consigliare.